Guida SEO 2021 per SEO Jedi

Non ci sono commenti

La guida definitiva alla SEO nel 2021
basato sul lavoro originale di Brian Dean di Backlinko, adattato liberamente dall'inglese da Jessica Volatier e Lucas Ferrari e ripreso da Nicolas Mercadieu per un test di duplicazione dei contenuti nella sua attività di referenziazione nei paesi baschi

A seguito di una discussione con l'autore di questa traduzione, ho deciso di dimostrargli che le pagine con contenuto copiato non erano penalizzate ma che c'era un effetto molto semplice: quella meno potente scompare dai risultati della ricerca. Interessante, non è vero ?!

Ciò che mi sorprende in questo test è la comparsa di 3 pagine merkatic nel serp che citano la pagina copiata. Notiamo anche che lo scoop-it che riportava la pagina originale è ben posizionato dietro la pagina principale e svolge il suo ruolo di "booster", o almeno di protezione "shell". Il suo vantaggio è di raddoppiare almeno la visibilità sui primi 2 risultati. Una soluzione interessante che non uso abbastanza per sviluppare la portata dei blog dei miei clienti.

Qual è il prossimo? Stiamo spingendo il potere dell'articolo merka-tic? oppure modifichiamo il testo fino a quando non è più considerato una copia. L'opzione 2 mi sembra la più interessante!

——————————————————————————————-

Ecco la guida definitiva per dominare i risultati di ricerca di Google nel 2021.

Nessun presupposto in questo post, solo fatti!

Vedrai test di strategie che stavano già funzionando nel 2017 ... e che funzionano ancora meglio nel 2021.

Quindi, se il tuo obiettivo è migliorare il tuo SEO1 quest'anno, adorerai questa guida.

Andiamo subito al nocciolo della questione.
SEO nel 2021
Soddisfare

segnali-esperienza-utente-rankbrain
Capitolo 1

RankBrain e segnali di esperienza utente

diventare-un-ctr-jedi
Capitolo 2

Diventa un maestro Jedi CTR

vince il contenuto completo e approfondito
Capitolo 3

Copri un intero tema per posizionarti bene

get-ready-for-googles-mobile-first-index
Capitolo 4

Preparati per Mobile First

vai all-in-con-video-o-lasciati alle spalle
Capitolo 5

Metti il pacchetto sul video (o sarai lasciato indietro)

prestare attenzione alla ricerca vocale
Capitolo 6

Presta attenzione alla ricerca vocale su Google

non-dimenticare-contenuto-e-link-sono-chiave
Capitolo 7

Ricorda: contenuti e link sono fondamentali.

suggerimenti-rapidi-per-seo-nel-2021
Bonus Chapitre

Alcuni consigli per la SEO nel 2021.
Capitolo 1:
RankBrain e segnali di esperienza utente
RankBrain e segnali di esperienza utente

L'anno scorso Google ha annunciato che RankBrain2 è il terzo fattore di ranking più importante.

"Sebbene sia stato implementato di recente, RankBrain è diventato il terzo segnale più importante per contribuire ai risultati di ricerca".

E man mano che Google mette a punto il suo algoritmo, RankBrain diventerà ancora PIÙ GRANDE durante l'anno.

Ma cos'è esattamente RankBrain? E come puoi ottimizzarlo?
Spiegazione molto semplice di Google RankBrain
RankBrain è un sistema di apprendimento automatico che aiuta Google a classificare i risultati di ricerca.

Può sembrare complicato, ma non lo è.

RankBrain misura il modo in cui gli utenti interagiscono con i risultati di ricerca ...

... E Google ordina i risultati di conseguenza.

Ad esempio, supponiamo che tu voglia digitare "caffè freddo".
Caffè freddo

Il risultato n ° 4 sembra particolarmente interessante. Quindi fai clic rapidamente su di esso.

E quando arrivi (sul sito)… woah! Questo è il miglior articolo sul caffè che tu abbia mai letto. Quindi divori ogni parola.

RankBrain prenderà quindi atto… e sicuramente farà salire in classifica questo risultato che era al via n ° 4.

D'altra parte, diciamo che fai la stessa ricerca. Ma questa volta clicchi sul primo risultato senza nemmeno guardare.

Ma il contenuto è ORRIDO. Quindi chiudi questa pagina dopo pochi secondi. Quindi fai clic sul risultato n. 4 per trovare qualcosa sul caffè che vale la pena leggere.

RankBrain ne prenderà atto. Se un numero sufficiente di persone chiude rapidamente questa pagina, Google rimuoverà quella pagina dal primo posto.

Come puoi vedere, RankBrain si concentra su due cose:

1. Il tempo che una persona trascorre sulla tua pagina (Dwell Time)
2. La percentuale di persone che fanno clic sul risultato (percentuale di clic = CTR3)

Vediamo in dettaglio questi due concetti.
RankBrain e Dwell Time

Tempo di permanenza = il tempo che una persona trascorre sulla tua pagina.

Si scopre che RankBrain presta MOLTA attenzione a Dwell Time.

Anche il direttore di Google Brain in Canada ha recentemente confermato che Dwell Time viene utilizzato come segnale da Google per fare la sua classifica. Ha detto che RankBrain misura il divario di tempo quando:

"Qualcuno fa clic su un risultato, rimane sulla pagina, quindi torna ai risultati".
Tempo di sosta

Tempo medio di permanenza: 3 minuti 10

Un recente studio di SearchMetrics supporta questa affermazione. Hanno misurato un tempo medio trascorso su una pagina nelle prime 10 ricerche di Google di 3 minuti e 10 secondi.

Se hai passato un po 'di tempo a scavare nelle tue statistiche di Google Analytics, dovresti sapere che un tempo di permanenza di oltre tre minuti è più che giusto!

E non è un caso che le pagine con un tempo di permanenza elevato tendano a posizionarsi più in alto. In effetti, RankBrain aumenta il loro grado per questo motivo esatto.

Ha senso se ci pensi:

Se passi del tempo su una pagina, probabilmente ti piace il contenuto di quella pagina.

E se più persone agiscono allo stesso modo, Google riclassificherà il contenuto in modo che sia più facile da trovare (durante la ricerca).

Se vuoi migliorare il tempo di permanenza del tuo sito, guarda questo video:

Ahrefs ha appena pubblicato l'articolo più lungo in assoluto su Dwell Time, una grande risorsa per saperne di più su questo argomento.
RankBrain e CTR organico

Paul Haahr, ingegnere di Google, ha fatto scalpore quando ha presentato questa diapositiva alla conferenza SEO globale:
Paul haahr

Traduzione della diapositiva:

Le due pagine P1 e P2 rispondono alla ricerca dell'utente
Per P1 la risposta è sulla pagina
Per P2 la risposta è nella pagina ma anche nel riepilogo (snippet)
L'algoritmo A evidenzia P1 rispetto a P2 → gli utenti fanno clic su P1 → "super"
L'algoritmo B evidenzia P2 rispetto a P1 → nessun clic → "cattivo"

L'algoritmo A è davvero migliore di B?

La diapositiva dice solo che:

"RankBrain a volte classifica le pagine più in alto di quanto" dovrebbero "essere.

Se questa pagina riceve un CTR superiore alla media, questo segnale significa che questa pagina dovrebbe essere posizionata permanentemente più in alto. "

Non dovrebbe essere una sorpresa. Dopotutto, se nessuno fa clic sul tuo risultato, perché Google dovrebbe mantenerlo sulla prima pagina?

E se il tuo sito stesse registrando un'impennata di clic come mai prima d'ora, perché Google dovrebbe lasciarlo sepolto al 9 ° posto?

Se desideri una strategia facile da usare per migliorare il tuo CTR, dai un'occhiata a questa infografica realizzata con Larry Kim.
Aumenta le percentuali di clic organiche

(Clicca qui per vedere l'infografica in grande)

A proposito di CTR ...
Capitolo 2:
Diventa un CTR Jedi
CTR Jedi

Se vuoi conquistare la SEO nel 2021, devi diventare un maestro del CTR.

Non solo per RankBrain ...

Ma anche a causa di:
Annunci di Google

Et:
Elenchi di Google

E ancora più importante:
Wiki di Google

In effetti, uno studio ha misurato che il CTR organico è diminuito del 37% dal 2015.

Perché ? Perché Google attira i clic posizionando i propri strumenti nella parte superiore dei risultati: casella di risposte, AdWords, Google Shopping, caroselli di informazioni e altri.

Per risaltare, il tuo risultato deve urlare "cliccami!" Altrimenti verrà ignorato.

Questo video potrebbe aiutarti a migliorare il tuo CTR utilizzando quello che io chiamo "il metodo del magnete dei clic":
Capitolo 3:
Copri un argomento in profondità
per posizionarti bene
Contenuti approfonditi

Qualche tempo fa, Google avrebbe analizzato la tua pagina per vedere quante volte hai utilizzato una parola chiave specifica.

In altre parole, il motore si sarebbe concentrato al 100% sul contenuto della tua pagina web. Le manine di Google avrebbero visitato la tua pagina per verificare se le tue parole chiave venivano visualizzate nel tuo:

tag del titolo
Url
testo alternativo dell'immagine
Meta Description
Tag H1

Per essere onesti, stanno ancora guardando queste cose. Ma Google di oggi è molto più intelligente di quanto potrebbe essere.

Invece di limitarsi a misurare i contenuti, ora si concentrano sul contesto.

Che cosa significa ?

Ricorda: il primo lavoro di Google è mostrare ai propri utenti il risultato MIGLIORE. E nella maggior parte dei casi, il risultato "migliore" non è solo un semplice accumulo di parole chiave in un contenuto.

Piuttosto, le pagine migliori coprono un argomento completo e dettagliato.

Con contenuti che coprono tutto l'argomento che stanno cercando, un utente di Google ha tutto ciò di cui ha bisogno in un unico posto (One stop shopping).

In effetti, le mie ultime esperienze mostrano che i contenuti approfonditi tendono a posizionarsi più in alto su Google.
Autorità dell'argomento del contenuto
Come scrivere un buon contenuto di approfondimento?

Innanzitutto, pubblica un contenuto di almeno 2.000 parole. In questo modo, puoi coprire tutto ciò che un utente web deve sapere su quell'argomento.

In effetti, il nostro studio sui fattori di ranking ha mostrato che più lungo è il contenuto (come Ultimate Guides e lunghi post di blog), più supera (in termini di ranking) i brevi articoli su Google.
Conteggio parole totale contenuto
Sviluppa le tue parole chiave LSI

Una volta effettuato il tocco finale delle tue 2000 parole, integra le parole chiave relative al campo lessicale e semantico del tuo articolo. In inglese queste sono chiamate parole chiave LSI, la cui traduzione francese è almeno incomprensibile: Latent semantic indexing.

Le parole chiave LSI sono parole chiave e frasi fortemente associate all'argomento della tua pagina.

Ad esempio, supponiamo che tu abbia appena pubblicato un articolo sulla dieta Paleo.

Le parole chiave LSI potrebbero essere:

Nutrizione
Perdita di peso
Ricette
Cereali

E quando Google vede queste parole chiave sulla tua pagina, pensa "Fantastico! Questa pagina tratta questo argomento molto bene! "

Come puoi trovare questo tipo di parole chiave? Ecco tre semplici modi per farlo:

Prima di tutto, usa un ottimo strumento chiamato LSI Graph.
Grafico LSI

Basta inserire la tua parola chiave di destinazione in questo strumento e ti mostrerà un gruppo di parole chiave LSI associate a quel termine:
Risultati del grafico LSI

Aggiungi quelli che danno un senso ai tuoi contenuti.

Quindi utilizza un buon metodo vecchio stile: inserisci semplicemente le tue parole chiave di destinazione in Google e quindi controlla le "ricerche relative a ..." in fondo alla pagina.
Ricerche correlate

Le parole in grassetto sono parole chiave LSI.

Infine, perché non chiedere a Google Keyword Planner idee per le parole chiave LSI? Ecco come farlo:

Aggiungi la tua parola chiave a Google Keyword Planner. E fai clic su "Ottieni idee".
Pianificatore di parole chiave

Quindi scansiona i risultati. Molte di loro sono parole chiave LSI.
Risultati del pianificatore di parole chiave

Proprio come le altre strategie che ti ho mostrato, aggiungi lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google nei tuoi contenuti.
Capitolo 4:
Preparati per Mobile First
Primo indice di Google per cellulari

Google ha annunciato lo scorso anno che sarebbe passato al "mobile first index".

In altre parole, Google considererà la versione mobile del tuo sito web come la sua versione "reale". Questo sarà il caso anche se l'utente Internet sta effettuando una ricerca da un computer desktop.

Questo sviluppo ha un senso. Oggi, il 60% delle ricerche su Google viene effettuato da uno smartphone. Questo numero continuerà ad aumentare in futuro. Sebbene l'indice mobile-first non esista ancora, arriverà dall'oggi al domani.

Questo è il motivo per cui ti consiglio di prepararti già.
3 semplici passaggi per prepararti a Mobile-First
1

Rendi i tuoi contenuti coerenti in modo che siano compatibili su desktop e dispositivi mobili.

Alcuni a volte nascondono i contenuti dalla loro pagina sulla loro versione mobile con il famoso Altro.

Ecco un esempio:

Contenuto coerente

Bene, questo sarà un problema ENORME quando Google passerà per la prima volta ai dispositivi mobili.

Prenderanno in considerazione questa versione come la versione "reale". La parte del contenuto che è nascosta verrà quindi ignorata al 100%.

Tuttavia, desideri visualizzare tutti i tuoi contenuti, in versione desktop o mobile.

Ad esempio, quando visiti questo post del blog Backlinko da un iPhone, ottieni gli stessi contenuti degli utenti desktop.
Tecniche SEO utilizzabili

Come puoi vedere, non c'è nulla nascosto dietro i pulsanti, nessun menu o parte espandibile.

Nota di NetBusinessRating: questo è l'unico punto dell'articolo di Brian Dean su cui non siamo d'accordo.

Il testo nascosto è visibile da Google perché il suo robot esegue la scansione del codice sorgente del sito, quindi ha accesso al 100% del contenuto anche se è nascosto da un codice JavaScript / CSS.

Solo l'uso della tecnologia AJAX nasconde realmente i dati poiché non vengono caricati quando la pagina viene caricata ma quando si clicca il pulsante o quando si abbassa lo scroll. Tuttavia, AJAX viene utilizzato raramente per nascondere il contenuto tramite un pulsante Altro, mentre è molto comune nei feed dei social media ricaricare il contenuto ad ogni scorrimento verso il basso.
2

Vai da m. design reattivo.

Hai una versione mobile sottodominio (M.) del tuo sito? Google consiglia di passare a un design reattivo.

Quindi è quello che ho fatto.
3

Dai una spinta al tuo sito per i dispositivi mobili.

Vedo molti siti che tecnicamente funzionano su smartphone o tablet ma necessitano comunque di molti miglioramenti!

Come ti ho detto nel Capitolo 1, RankBrain misura il modo in cui gli utenti interagiscono con il tuo sito.

Se le persone hanno problemi a utilizzare il tuo sito sul proprio telefono, premeranno semplicemente il pulsante Indietro senza pensarci due volte.

Come fai a sapere se la tua versione mobile è adatta?

Ti consiglio di dare un'occhiata all'eccellente strumento di test ottimizzato per dispositivi mobili di Google. Devi solo inserire l'URL e lo strumento ti dirà se il sito è ottimizzato per i dispositivi mobili:

Test ottimizzato per dispositivi mobili

Questo strumento ti darà anche consigli per migliorare la tua versione mobile, se necessario.
Risultati dei test ottimizzati per dispositivi mobili
Capitolo 5:
Metti il pacchetto sul video
(o sarai lasciato indietro)
Video SEO 2021

Il video online è attualmente IN ESPLOSIONE.

Secondo Cisco, infatti, i video online rappresenteranno l'80% di tutto il traffico entro il 2021.

80%!

E questo potrebbe non soddisfare la domanda globale di video.

Nonostante il fatto che ci siano più video di quanti ce ne siano mai stati prima, HubSpot afferma che il 43% delle persone vuole vedere PIÙ contenuti video.

In breve :

Se non crei contenuti video, fallirai. Ecco come aumentare il traffico con la SEO sui video nel 2021:
Accedi a Youtube

YouTube è già il secondo mezzo più utilizzato per la ricerca al mondo.

Proprio come qualsiasi piattaforma di video online, sta cambiando molto rapidamente: l'Huffington Post ha rivelato che il tempo trascorso su YouTube è aumentato del 60% rispetto allo scorso anno.

In breve, sempre più persone stanno facendo ricerche su Youtube ... in ultima analisi, tralasciando Google.

Quindi, se vuoi avere più visite quest'anno, ti consiglio di creare e ottimizzare contenuti specifici per YouTube.

È un mezzo di ricerca troppo influente per essere ignorato.

E non è tutto! La maggior parte dei professionisti del marketing è troppo pigra per realizzare video, quindi oggi è abbastanza facile ottenere visibilità. Immaginando di sapere cosa stai facendo.

Ad esempio, il mio canale ha poco meno di 20 video in totale. E quei 20 video generano oltre 100.000 visualizzazioni al mese.
Crescita SEO video
Ricerca Google con video

(Come avrai intuito, una buona parte di questi visualizzatori diventa visitatori del tuo sito e persino clienti).

Il meglio per ultimo: quando pubblichi video YouTube ottimizzati per SEO, ottieni SEO su Google.

Perché ? Non sai che il 55% di tutti i risultati di ricerca di Google contiene almeno un video?

(E quasi tutti i video provengono da Youtube).

Ecco un esempio di cosa intendo:
SEO di YouTube

Poiché Google possiede Youtube, aspettatevi che quest'anno ci saranno ancora PIÙ video di Youtube nei risultati di ricerca.

In effetti, Google ha persino iniziato a mescolare i risultati di YouTube nelle ricerche di immagini di Google.
Risultati video
Incorpora contenuti video nei post del tuo blog.

Se le persone vogliono vedere più video, perché non darglieli?

Questo è il motivo per cui ti consiglio di incorporare contenuti video nei tuoi post sul tuo blog. Da parte mia, mi ha aiutato ad avere un tempo di permanenza migliore.

Ecco un esempio:
Incorpora contenuti video
Capitolo 6:
Presta attenzione alla ricerca vocale di Google
Presta attenzione alla ricerca vocale
La ricerca vocale "sarà la prossima grande novità" nel SEO? Dubito. Detto questo, la popolarità della ricerca vocale STA cambiando estremamente rapidamente.

Ad esempio, dai un'occhiata a questi fatti rivelatori:

Il 40% degli adulti utilizza la ricerca vocale almeno una volta al giorno (fonte)
Le ricerche vocali su Google sono aumentate di 35 volte dal 2008 (fonte)
Il 20% di tutte le ricerche da dispositivo mobile sono ricerche vocali (fonte)

Sapendo questo, alcune persone iniziano a ottimizzare alcuni dei loro contenuti per adattarli alla ricerca vocale.

Me compreso 🙂
Come ottimizzare il tuo sito per la ricerca vocale?

La ricerca vocale è ancora molto nuova.

Fortunatamente sappiamo alcune cose su come funziona ... e su come ottimizzare il tuo sito per questo.
1

Prima di tutto, il tuo contenuto dovrebbe essere sulla prima pagina.

Può sembrare ovvio, ma potrebbe valere la pena ricordarlo.
2

Quindi ti aiuterà davvero se i tuoi contenuti appaiono in uno snippet in primo piano4 come qui:

Fattori di ranking di Google

L'algoritmo di Google ha già assemblato uno snippet adatto.

E nei miei test, le ricerche vocali da Google (e più specificamente Google Home) tendono a mostrare il testo che si trova nello snippet.
3

Infine, aggiungi una domanda (e la sua risposta) nel tuo contenuto.

La maggior parte delle ricerche vocali avviene sotto forma di una domanda diretta ("Come posso fare flessioni?" O "chi c'è nel film The Untouchable?")

Quando ciò accade, Google di solito prende una pagina che include sia la domanda che la risposta.

Per esempio:

Quando sto cercando:
Ricerca vocale di Google

“Qual è la dieta chetogenica? "

Ottengo questa risposta:
Risultati della ricerca vocale di Google

“La dieta chetogenica è una dieta a bassissimo contenuto di carboidrati. Il grasso metabolizzato crea uno stato di chetosi nutrizionale ".

E quando guardo il sito che mi dà la risposta alla mia ricerca, vedo che il contenuto contiene la domanda seguita da una breve risposta:
Dieta chetogenica

Proprio quello che vuole vedere l'agoritmo di ricerca vocale dell'azienda californiana.
Capitolo 7:
Ricorda: contenuto e link
sono fondamentali
Contenuto e collegamenti
Sebbene i capitoli precedenti siano interessanti, la SEO si basa ancora principalmente su contenuti e collegamenti.

Senza contenuti sorprendenti (sorprendenti nel testo originale), non avrai mai un collegamento.

E senza link, non arriverai mai alla prima pagina.

E se non sei sulla prima pagina, RankBrain, Google Voice Search e l'algoritmo Mobile-First non ti terranno conto. Tutto ciò entrerà in gioco solo quando avrai una valutazione abbastanza buona per loro.
Non sorprende che Google abbia recentemente chiarito che i contenuti e i link sono rispettivamente i fattori di ranking numero 1 e numero 2.
Fattori di posizionamento più importanti di Google

E quando abbiamo recentemente analizzato 1 milione di risultati di ricerca di Google, abbiamo scoperto che la correlazione tra il posizionamento di una pagina su Google e il numero di siti ad essa collegati non ha rivali.
Numero di domini di riferimento

In breve: link e contenuti sono ancora le basi della SEO nel 2021.

Una volta capito, è il momento di ottimizzare il tuo sito per le nuove tendenze SEO di cui ti ho parlato in precedenza in questa guida.
Capitolo bonus:
Alcuni consigli per la SEO nel 2021
Suggerimenti SEO per il 2021
In questo capitolo ti mostrerò alcuni semplici consigli che funzionano ancora meglio nel 2021.
Crea contenuti visivi (più precisamente "immagini di bordo").

Proprio come i video, i contenuti visivi crescono molto rapidamente.

Un recente sondaggio ha mostrato che il 37% degli esperti di marketing afferma che il marketing visivo è una delle forme più importanti (per quanto riguarda i contenuti) per la propria attività.

Grazie a siti come Pinterest e Instagram, i contenuti visivi assumono ancora più importanza nel 2021.

Come sfruttare questa tendenza?

Crea contenuti visivi (più precisamente "immagini incorporate").

Da parte mia, le "immagini incorporate" possono essere efficaci quanto una sofisticata infografica ... se non addirittura migliore!

(Le immagini incorporate sono immagini che altri siti possono aggiungere al proprio contenuto. Quando lo fanno, di solito si collegano al tuo sito)

Ad esempio, ecco un diagramma visivo che ho incluso in questa guida.
Immagini incorporabili

È pulito ... ma piuttosto semplice.

Inoltre, alle persone PIACE incorporare queste immagini nei loro contenuti:

Di conseguenza, quella singola immagine incorporata ha generato una manciata di backlink di alta qualità al mio sito.
Risultati di immagini incorporabili
Pubblica dati univoci

Blogger e giornalisti AMANO i dati aggiornati.

Se puoi offrire loro statistiche o uno studio di settore, pubblicheranno link "a bizzeffe".

Ad esempio, di recente ho pubblicato questo studio sulle classifiche di YouTube:
Fattori di ranking di YouTube

Questo contenuto contiene molti dati che le persone possono citare (come il fatto che il tempo medio di video sulla prima pagina si avvicina a 15 minuti).

Ed è quello che fanno! Questa pagina ha raccolto backlink da 180 diversi domini per un periodo di un anno:
Risultati dei fattori di ranking di YouTube
Incoraggia i commenti sul tuo sito.

I commenti sul blog aiutano le classifiche?

La risposta sembra essere: “SI! "

Google ha rivelato lo scorso anno che la community (tramite i commenti sul blog) "aiuta molto" con il ranking.
Incoraggia i commenti

E quest'anno, Google ha affermato che i commenti sono più importanti in termini di segnali di coinvolgimento per la SEO rispetto all'attività sui social media.

In altre parole, Google vuole vedere che hai una comunità attiva sul tuo sito. E ci presteranno ancora più attenzione nel 2021 per fare la classifica.
Usa i podcast.

Uno dei miei modi preferiti per ottenere collegamenti sono i podcast.

È un po 'come un post privilegiato ... senza tutti i contenuti non necessari. Si tratta di dare un valore aggiunto per acquisire in cambio un bel link:
Podcast per SEO

La popolarità dei podcast sta crescendo a tempo di record. Lo sapevi che 67 milioni di americani ascoltano almeno un Podcast al mese (che è del 14% in più rispetto allo scorso anno).

Ciò significa che hai ancora più opportunità di connetterti con i podcast nel 2021.
Conclusione
Glossario

1 SEO (Search Engine Optimization): riguarda l'arte di posizionare un sito o una pagina nei primi risultati dei motori di ricerca.

2 RankBrain rappresenta l'intelligenza artificiale di Google per ottimizzare i risultati dei motori di ricerca.

3 CTR: Click-Trhough Rate è un indice che misura l'impatto di una campagna di comunicazione pubblicitaria online.

4 Snippet in primo piano o posizione 0 che è una risposta di riepilogo che Google visualizza prima del primo risultato di ricerca.

Hai bisogno di un buon strumento per lavorare sul tuo SEO?

Scopri il nostro elenco dei migliori generatori di parole chiave e analizzatori di backlink.

Specialista in growthacking ed e-commerce, approfitterai della nostra esperienza per sviluppare i tuoi contatti e il tuo fatturato in tempi record!

    SEOCAmp Parigi 2020
    Case study sul ciclo di Black Hat

    Come autofinanziare la tua startup con un netlinking aggressivo? o la storia del lancio di una piattaforma che senza branding, senza social network, senza partner (marketing) e senza note legali ... ha generato 100.000 € con poche pagine web , buon marketing e buon SEO!

    Ritorno sull'investimento

    Sapevi che la referenziazione di Google è il pilastro centrale della tua comunicazione? Indubbiamente la leva più redditizia attorno alla quale dovrebbero ruotare le tue azioni pubblicitarie a pagamento.

    Preventivo gratuito

    Offriamo servizi SEO professionali che aiutano i siti web ad aumentare notevolmente il loro punteggio di ricerca per competere con le classifiche più alte anche quando si tratta di parole chiave altamente competitive.

    Articoli recenti

    Ricevi un consiglio gratuito alla settimana

    Le nostre ultime novità

    Visualizza tutte le pubblicazioni
    Non ci sono commenti